5 chitarristi che hanno cambiato la storia del Rock

Eric Clapton – Life in 12 Bars è il documentario evento, nei cinema il 26, 27 e 28 febbraio, sulla vita di uno dei più grandi chitarristi viventi. Ecco i cinque chitarristi che, come lui, hanno lasciato un’impronta indelebile.

Patto con il diavolo

Mississippi. 1930. Robert Johnson è un giovane chitarrista notoriamente poco talentuoso. Dopo la morte della moglie, scompare dalla circolazione. Ricompare un anno dopo, esibendo una tecnica chitarristica mai vista prima. C’è chi giura che abbia stretto un patto col diavolo: gli ha venduto l’anima in cambio di uno spropositato talento. Il resto è storia: Johnson sarà uno dei padri del blues.

Il migliore

Jimi Hendrix e la chitarra, due corpi distinti solo apparentemente. Trasforma il blues in qualcosa di nuovo: una perfetta e avveniristica sintesi di rock, psichedelia ed effetti elettronici. Il tutto impreziosito da improvvisazioni memorabili, da scale, accordi e riff assolutamente personali, espressione di un talento cristallino. La sua esibizione a Woodstock non è un concerto, ma Storia.

Il genio pulito del rock

Contrariamente a molti colleghi, Frank Zappa non ha mai assunto droghe. Non avrebbe potuto, data la complessità di uno stile che si ispirava nientemeno che a Stravinskij. Le sue suite, a metà tra progressive, jazz e rock, richiedono un assoluto controllo sia della chitarra che dei numerosissimi componenti della band. Ecco perché, oltre che un chitarrista, Zappa è stato un vero direttore d’orchestra.

Musica dallo spazio

Dopo l’uscita di scena del leader dei Pink Floyd, Syd Barrett, il gruppo britannico rischia di sparire. È David Gilmour a prenderne il timone, riuscendo ad imprimere una svolta decisiva alla band ed alla storia del rock. Echi, suoni eterei, melodie laceranti. Le sue sonorità sembrano venute da un luogo oltre il tempo e lo spazio.

L’immortale

Eccessi, droghe ed alcol. Questa è stata la vita di Keith Richards. Accompagnata dai celeberrimi riff che sono l’essenza stessa dei Rolling Stones. Richards non è noto per i virtuosismi, ma per uno stile semplice e travolgente come pochi. Un mito, il suo, capace di travalicare i confini della musica e di approdare anche sul grande schermo.

Per scoprire tutti i segreti di una leggenda vivente del rock, Eric Clapton – Life in 12 Bars, documentario evento di Lili Fini Zanuck che potrai vedere nei cinema italiani il 26, 27 e 28 febbraio.